Salta al contenuto principale

Uccidono un cinghiale con crudeltà nel Catanzarese

Quattro persone denunciate dai carabinieri

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il cinghiale sequestrato
Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

GIMIGLIANO (CATANZARO) - Avrebbero ucciso un cinghiale con crudeltà, al punto da causare anche rischi sanitari e per la sicurezza pubblica. Per questo, quattro persone sono state denunciate dai Carabinieri forestale di Taverna durante un servizio effettuato a Gimigliano, in località “Nicolas Green”.

I quattro stavano trasportando un cinghiale agonizzante a causa di gravi lesioni alla testa, intrappolato prima con un laccio in acciaio intorno all’addome. Rilevate le ipotesi di esercizio abusivo della caccia e di uccisione di animali con crudeltà, sono stati effettuati i rilievi e le operazioni di rito, coinvolgendo anche il competente servizio dell’Azienda sanitaria provinciale, e sequestrando l’animale con la successiva emissione di una ordinanza di termodistruzione da parte del sindaco del comune di Gimigliano quale autorità sanitaria. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?