Salta al contenuto principale

Rapina a mano armata in un campeggio del Vibonese 

Caccia ai malviventi: bottino di oltre 10mila euro

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il camping svaligiato dai rapinatori
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA - Malviventi in azione ieri in tarda serata nel campeggio-residence "La Scogliera" sito in località Tono a Capo Vaticano, nel Comune di Ricadi.

Una rapina a mano armata è stata infatti perpetrata da almeno tre persone con il volto travisato da passamontagna giunte sul posto a bordo di un furgone. Dopo aver superato il cancello d'ingresso si sono rapidamente diretti verso la struttura che ospita sia l'abitazione del proprietario, G.M., 60 anni del luogo, che ha ereditato l'attività dal padre, che gli uffici arraffando quanta più roba possibile.

I titolari, messi sotto scacco dalla minaccia delle pistole, non hanno potuto fare altro che attendere la fine del blitz criminoso che ha interessato anche alcuni appartamenti siti nelle immediate vicinanze e ormai sfitti.

Dopo diversi minuti, i malviventi si sono allontanati a bordo del mezzo portando via oggetti e denaro per circa 10mila euro. Sul posto i carabinieri della Stazione di Spilinga diretti dal maresciallo Battista Esposito che hanno avviato le indagini finalizzate alla ricerca dei tre rapinatori e al recupero della refurtiva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?