Salta al contenuto principale

Muore a seguito di un'operazione per carcinoma nell'ospedale di Vibo Valentia, aperta un'inchiesta

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
L'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA - La Procura della Repubblica di Vibo ha aperto un fascicolo d'inchiesta sulla morte di un uomo, Ignazio D'Angelo, 61 anni di Favelloni, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia, avvenuta questa mattina all'ospedale Jazzolino dopo una breve malattia.

Questo a seguito di una denuncia presentata dai familiari della vittima, che nella vita ha svolto l'attività di postino, presso l'Arma dei carabinieri. L’uomo era stato operato nel mese di dicembre per un carcinoma ma le sue condizioni si erano subito aggravate tanto da richiedersi il ricovero nel reparto di terapia intensiva del presidio ospedaliero vibonese. I familiari del 61enne si sono affidati all’avvocato Mara Larussa che si è riservata la nomina di un consulente medico di parte per assistere all’autopsia. L'intenzione è quella di cercare di capire se vi sia stata o meno negligenza da parte del personale sanitario nella trattazione del caso.

Nel frattempo, i militari della Benemerita hanno proceduto al sequestro della cartella clinica.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?