Salta al contenuto principale

Un'altra donna alla guida della Prefettura di Catanzaro

Arriva Ferrandino: accolse il Papa in jeans e scarpette

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il prefetto Francesca Ferrandino
Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

CATANZARO - Cambio alla guida della Prefettura di Catanzaro. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell'Interno Marco Minniti, nella seduta di oggi.

Francesca Ferrandino, già prefetto di Agrigento e poi di Messina, sarà trasferita a Catanzaro, dove il prefetto Luisa Latella è stata collocata fuori ruolo per assumere l’incarico di Commissario straordinario per la realizzazione dell’Universiade di Napoli 2019.

Tra gli altri cambiamenti, Maria Carmela Librizzi da Ragusa sarà trasferita a Messina. Filippina Cocuzza è il nuovo prefetto del capoluogo ibleo. Al prefetto di Agrigento Nicola Diomede subentra infine Dario Caputo. Diomede recentemente è rimasto coinvolto nell’inchiesta su Girgenti Acque.

Il prefetto Latella si è insendiata a Catanzaro a gennaio 2015, rimanendo alla guida dell'Ufficio del Governo del capoluogo calabrese per tre anni. 

Chi è il prefetto Ferrandino

C'è una foto, ripresa anche da alcune testate nazionali, che identifica bene il prefetto Ferrandino: circondata dai vertici delle forze dell'ordine per l'arrivo di Papa Francesco a Lampedusa, nel 2013, il prefetto indossava jeans e scarpette da ginnastica tipo Converse (Foto in basso). Un look decisamente informale, abbinato però ad un carattere particolarmente deciso anche se con un sorriso definito affabile. 

Prefetto Francesca Ferrandino

Nata a Napoli il 21 novembre 1962, coniugata con un figlio, è in possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza. Il suo curriculum evidenzia tante esperienze professionali in diverse Prefetture d'Italia, dal Nord al Sud Italia, dove poi si è fermata negli ultimi anni.

Entrata nella carriera prefettizia nell'aprile del 1989, è stata destinata alla Prefettura di Milano, dove, addetta all'Ufficio di Gabinetto, ha disimpegnato le funzioni connesse al "Comitato metropolitano" e quelle di responsabile dell'Ufficio Affari Comunali e Provinciali. Dal febbraio 1993 ha lavorato presso la Prefettura di Savona, dove ha svolto le funzioni di dirigente dell'Ufficio Depenalizzazione.

Dal maggio 1994 è stata destinata alla Prefettura di Genova ed ha diretto, in qualità di responsabile, l'Ufficio Affari concernenti le Autonomie Locali, nonché l'Ufficio Sfratti. Di nuovo a Milano dal 1996 oltre le funzioni di responsabile dell'Ufficio Sfratti e dell'Ufficio Affari concernenti le Autonomie Locali, ha svolto l'incarico di Vice Dirigente dell'Ufficio provinciale di Protezione Civile. Dal 1998 oltre ai compiti prima citati, ha svolto anche le funzioni connesse all'Ufficio Ordine e Sicurezza Pubblica.

Sempre a Milano ha partecipato all'attuazione del progetto KIWI, finanziato dalla Comunità europea, in partenariato con la facoltà di Ingegneria di quella città. E' stata promossa alla qualifica di Viceprefetto con decorrenza 1 gennaio 2002. Dal 13 settembre 2004 al 20 gennaio 2008 ha svolto le funzioni di Capo di Gabinetto presso la Prefettura-U.T.G. di Livorno.

Dal 21 gennaio 2008 ha svolto le funzioni di Vice Prefetto Vicario presso la Prefettura di Palermo, occupandosi, in qualità di soggetto attuatore, dell'espletamento delle attività connesse alla gestione dello stato di emergenza per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel territorio della provincia di Palermo decretato con D.P.C.M. del 16 gennaio 2009. Il 22 luglio 2010 è stata nominata Prefetto. Dal 30 agosto 2010 Prefetto di Agrigento.

Dal 21 novembre 2013 al 4 settembre 2016 Prefetto di Bergamo. Il 5 settembre 2016 è stata nominata Prefetto di Messina. In data 10 ottobre 2016 il Signor Presidente della Repubblica ha conferito la distinzione onorifica di Commendatore dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?