Salta al contenuto principale

Truffa a Protezione civile per la gestione degli incendi

A Catanzaro rinviate a processo quattro persone 

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
L'intervento di un elicottero antincendio
Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

CATANZARO - Sono stati rinviati a giudizio i quattro indagati nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro sulla presunta truffa ai danni della Protezione civile della Calabria per l’utilizzo degli elicotteri per lo spegnimento degli incendi boschivi (LEGGI I PARTICOLARI).

Nell’inchiesta é coinvolta la società Elimediterranea, con sede a Vicenza, l’amministratore e socio di maggioranza della quale, Giuseppe e Luigi Tornello, padre e figlio, sono due dei quattro rinviati a giudizio dal Gup Antonio Battaglia. Gli altri sono Giuseppe Speziali, procuratore speciale della stessa società, ed il funzionario della Regione Calabria Nicola Giancotti, già in servizio nella Protezione civile regionale.

I reati loro contestati sono truffa aggravata e falsità ideologica. Secondo l’accusa, l’Elimediterranea avrebbe ottenuto il pagamento di fatture già liquidate per un totale di 250 mila euro. La prima udienza del procedimento è fissata per il prossimo 26 settembre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?