Salta al contenuto principale

Assenteismo in un Comune del Reggino, 22 indagati

Altre sette persone interdette dai pubblici uffici

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
I dipendenti ripresi durante la timbratura
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

BOVA MARINA (REGGIO CALABRIA) - Sette dipendenti del Comune di Bova Marina (Reggio Calabria) sono stati interdetti dai pubblici uffici per periodi variabili da due a un mese per assenteismo. L’ordinanza del gip è stata notificata dai finanzieri della Compagnia di Melito Porto Salvo, nell’ambito delle indagini coordinate dalla procura di Reggio Calabria diretta da Giovanni Bombardieri, che il 28 maggio scorso avevano portato all’emissione di misure analoghe per altri cinque dipendenti (LEGGI).

Complessivamente sono ventidue gli indagati. Le accuse ipotizzate sono false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge da parte di pubblici dipendenti, truffa ai danni dell’ente comunale e interruzione di servizio pubblico.

Oltre agli accertamenti documentali delle presenze giornaliere, l'indagine si fonda sulle immagini acquisite all’interno e all’esterno del municipio con il monitoraggio visivo dell’orologio marcatempo e su attività di osservazione, pedinamento e controllo eseguita dai finanzieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?