Salta al contenuto principale

Processione interrotta nel Vibonese, tensione dopo l'intervento dei carabinieri

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La processione interrotta a Zungri, nel Vibonese
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA - Processione interrotta, tra lo stupore generale, e componenti del comitato festa condotti in caserma dai carabinieri. È quanto avvenuto questa mattina a Zungri, centro del Poro, in occasione della processione per la tradizionale festa della Madonna della Neve, particolarmente sentita dalla comunità.

SCOPRI I CONTENUTI SUL CASO
DEL BOSS BLOCCATO DURANTE LA PROCESSIONE

Il corteo religioso si stava snodando per le vie del paese quando, ad un certo punto, è avvenuto l'intervento tempestivo dei carabinieri impegnati nel servizio d'ordine che hanno fatto bloccare la marcia. Il motivo, in base a quanto è stato possibile apprendere, sarebbe da ricondurre alla presenza di un esponente di primissimo piano della criminalità locale che si stava apprestando a portare fino in chiesa l'effigie.

La situazione - c'è da dire - nonostante qualche momento di forte tensione - per via di chi probabilmente era insofferente alla piega che stavano prendendo gli eventi non è mai degenerata anche per il sangue freddo dei militari dell'Arma e, alla fine, la processione ha proseguito il suo corso fino alla chiesa parrocchiale dove è giunta con mezz'ora di anticipo sui tempi previsti. Ma, nel frattempo, sul posto sono giunte altre pattuglie della Benemerita con in testa il maggiore Dario Solito che ha coordinato le operazioni di identificazione di tutti i componenti del sodalizio. Sono in corso ulteriori indagini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?