Salta al contenuto principale

Controlli in un circo nel Catanzarese, irregolarità

Elevate diverse sanzioni. Sequestrato un cavallo

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
I controlli al circo
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

CURINGA (CATANZARO) - I carabinieri della Compagnia di Girifalco, del Nucleo ispettorato del lavoro di Catanzaro, delle Stazioni carabinieri forestali di Girifalco e Davoli, con l'ausilio di personale dell'Enel e dell'Asp di Catanzaro Servizio veterinario, hanno avviato tutti i controlli necessari in un circo che si era posizionato ad Acconia di Curinga, in località Callipo.

I militari hanno denunciato il titolare dell'impresa circense per non aver provveduto al corretto smaltimento dei rifiuti derivanti dalla detenzione di animali domestici e selvatici, quindi hanno contestato a carico dello stesso, l'impiego di sette lavoratori irregolari, elevando corrispondenti sanzioni amministrative per un totale di 21.000 euro.

Nei controlli è emerso anche che, in uno dei ripari provvisori per gli equini del circo, era presente un cavallo sprovvisto della certificazione sanitaria e della documentazione attestante la sua provenienza, ragione per cui è stato sottoposto a sequestro amministrativo e vincolo sanitario. L'animale è stato affidato allo stesso detentore, un collaboratore del circo, nei confronti del quale è stata comminata una sanzione amministrativa di 3.098 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?