Salta al contenuto principale

Rifiuti agricoltura gettati nel terreno nel Vibonese

Denunciati due fratelli imprenditori, varie violazioni

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Carabinieri del Nas
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

LIMBADI (VIBO VALENTIA) - Due fratelli di 55 e 52 anni, titolari di aziende agricole, sono stati denunciati dai carabinieri dopo che i militari hanno scoperto lo scarico illegale di 60 metri cubi di rifiuti zootecnici, lasciati a contatto diretto con il suolo in violazione di quanto previsto dalle norme a tutela dell’ambiente.

Durante un controllo, effettuati dai militari di Limbadi, insieme al personale specializzato Nas di Catanzaro e del Comando Gruppo Carabinieri Forestali di Vibo Valentia, è emerso che i due fratelli avevano scaricato i rifiuti in un’area di loro proprietà senza rispettare i vincoli ambientali. Il terreno su cui erano stati lasciati i rifiuti é stato sequestrato.

Dal controllo dei capi di bestiame di proprietà dei due fratelli è emerso inoltre che molti degli ovini, che avevano già una vita superiore ai 6 mesi, non avevano i boli ruminali, che servono al "censimento" dell’animale e per testarne la sicura provenienza, violando i regolamenti comunitari che disciplinano la materia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?