Salta al contenuto principale

Spaccio di droga davanti le scuole, blitz della polizia

Due arresti a Botricello e una denuncia a Catanzaro

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Controlli davanti alle scuole di Catanzaro
Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

CATANZARO – Due giovani arrestati e un ragazzo denunciato. E’ questo il bilancio di un’operazione di polizia portata a termine dal personale della Questura di Catanzaro nell’ambito dei servizi predisposti davanti agli istituti scolastici. Il primo episodio ha riguardato la zona antistante l’Istituto scolastico per Geometri “Petrucci”, dove personale della Squadra Volante con un’unità cinofila del reparto di Vibo Valentia era presente proprio per un servizio mirato al contrasto del fenomeno di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante l’ora di uscita degli studenti, il cane Max ha insistito nel fiutare uno zainetto in spalla ad uno studente che è stato subito invitato a fermarsi. Il giovane ha provato la fuga, ma è stato bloccato, recuperando anche una bustina lanciata poco prima. All’interno è stato rinvenuto un involucro confezionato con del nastro isolante contenente marijuana, altri tre involucri con sostanza stupefacente del tipo hashish e una dose priva di confezione.

E’ stata effettuata la perquisizione personale, estesa allo zainetto, che ha permesso di rinvenire otto banconote da 5 euro, una banconota da 20 euro e due monete da 2 euro. Il 17enne, residente a Catanzaro, è stato accompagnato prima nella sua abitazione e in seguito, con la presenza del padre, condotto negli uffici della Questura. Il Gabinetto provinciale della Polizia Scientifica, effettuate le analisi, ha verificato che il giovane aveva con sé 1,95 grammi di marijuana e 2,59 grammi di hashish. Il ragazzo è stato affidato al genitore e denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I due arresti sono, invece, avvenuti davanti l’Istituto professionale e alberghiero di Botricello, dove personale della Squadra Mobile ha bloccato due catanzaresi, P.R., di 22 anni, e S.V., 20 anni, tratti in arresto perché responsabili di spaccio di marijuana. I due, che si trovavano a bordo di un’autovettura, sono stati bloccati davanti la scuola mentre cedevano dello stupefacente a due ragazzi. Quando due ragazzi si avvicinati alla macchina è entrata in azione la polizia che ha potuto notare la cessione di un pacchetto. Alla vista della polizia i ragazzi hanno lanciato l’involucro nel cortile della scuola, ma sono stati bloccati, così come è stata fermata l’autovettura con i ventenni. Nel pacchetto sono stati rinvenuti 34,21 grammi di marijuana.

La perquisizione nell’autovettura ha permesso di recuperare una somma di denaro pari a 275,00 euro, della quale si è accertato che 250,00 euro era stato quanto pagato, poco prima, per la cessione dello stupefacente. Uno dei due giovani che aveva acquistato la droga ha ammesso di essere un assuntore. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?