Salta al contenuto principale

False dichiarazioni per ottenere il porto d'armi

Sette denunce nel Vibonese, c'è anche un medico

Calabria
Chiudi

Una perscrizione di farmaci

Apri
Nella foto: 
Una prescrizione medica
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

SERRA SAN BRUNO (VIBO VALENTIA) - Sette persone, tra le quali un medico, sono state denunciate per falsità ideologica dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Serra San Bruno nell’ambito di controlli finalizzati a verificare l’effettiva sussistenza dei requisiti psicofisici dei soggetti detentori di armi o richiedenti la licenza di porto di fucile.

In particolare, da un controllo sulla validità della certificazione sanitaria allegata alle istanze di rinnovo del porto d’armi, è emersa l’omissione sistematica di pregresse patologie psichiche la cui indicazione non avrebbe consentito la concessione del titolo. L’attività ha portato alla denuncia di cinque cittadini, tutti ex dipendenti della Polizia penitenziaria.

Sempre nell’ambito dei controlli è emerso anche che ad un soggetto, dichiarato invalido all’attività lavorativa per patologie di natura psichica, era stato rilasciato da un medico un certificato attestante l’assenza di tali patologie.

Sia la persona interessata, sia il medico sono stati denunciati: il primo per falsità ideologica in atto pubblico ed il medico per falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in certificati o autorizzazioni amministrative. Nei confronti di tutti i titolari di porto di fucile si è provveduto alla revoca del titolo e al ritiro cautelativo delle armi possedute.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?