Salta al contenuto principale

Furto di energia elettrica in un complesso del Lametino

Forniva piscina, bar e stabilimento balneare, un arresto

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Contatori Enel
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

NOCERA TERINESE (CATANZARO) - La piscina, il bar e lo stabilimento balneare erano alimentati grazie ad un allaccio abusivo alla rete elettrica. Lo hanno scoperto i carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme durante il controllo di un complesso residenziale situato lungo la strada statale 18 a Nocera Terinese.

Insieme al personale Enel, i militari hanno scoperto all’interno di un magazzino al piano terra di una delle palazzine, un groviglio di cavi elettrici, particolarmente precario e pericoloso.

Ripercorrendo a ritroso il percorso dell’allaccio abusivo è stato scoperto che i cavi elettrici alimentavano il locale macchine della piscina, l’attiguo bar e, percorrendo quasi 500 metri sottotraccia, la struttura del lido realizzato sulla spiaggia. Il danno stimato solo nell’ultimo semestre a carico della società fornitrice ammonta a circa 15.000 euro. I militari hanno, quindi, arrestato per furto aggravato un imprenditore della cittadina, V.M., 67 anni, amministratore unico della società incaricata della gestione delle strutture.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?