Salta al contenuto principale

Calcio, vietata la partita tra Catanzaro e Viterbese

In contemporanea c'è il processo alla 'ndrangheta

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Lo stadio "Ceravolo" di Catanzaro
Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

CATANZARO – La contemporanea udienza per il processo relativo all'operazione "Stige" contro le cosche di 'ndrangheta, fa saltare la partita Catanzaro-Viterbese, in programma mercoledì 12 dicembre per il campionato di Serie C, girone C.

Il provvedimento è stato assunto dal prefetto di Catanzaro, Francesca Ferrandino, su richiesta del questore Amalia Di Ruocco. La gara era in programma allo stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro, ma è stato deciso di applicare il Testo unico della pubblica sicurezza ed evidenziando motivi di ordine pubblico.

L'aula bunker è situata, infatti, in via Paglia, vicino lo stadio, ed è qui che sfileranno decine di detenuti, con avvocati e possibili presenze di parenti e congiunti. Da qui la decisione di evitare il contemporaneo svolgimento dell'incontro di calcio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?