Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, sgomberati tre immobili confiscati

Operazioni nel Reggino svolte in maniera regolare

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La Prefettura di Reggio Calabria
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

REGGIO CALABRIA - Tre immobili confiscati alla criminalità organizzata e abusivamente occupati sono stati sgomberati dalle forze di polizia, nel Reggino, su disposizione della Prefettura. Oggi sono state concluse le operazioni di sgombero di un immobile sito nel comune di Rizziconi, in via Fratelli Bandiera, confiscato ad una nota famiglia di 'ndrangheta, attiva in quella zona.

Nei giorni scorsi, altri due sgomberi sono stati portati a termine, rispettivamente nel versante jonico e centrale del territorio reggino. Le forze di polizia hanno proceduto allo sgombero di un immobile abusivamente occupato, sito in località Favaco del comune di Stignano, confiscato ad una famiglia appartenente alla criminalità. Un'altra attività di sgombero ha interessato via Vittorio Emanuele del comune di Villa San Giovanni.

In tutte le circostanze non si sono registrate turbative per l'ordine pubblico. I beni sono stati consegnati ai Comuni ai quali erano stati destinati con decreto dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Altre pianificazioni sono in programma nelle prossime riunioni tecniche di coordinamento presiedute dal prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, cui seguiranno i tavoli tecnici disposti dal questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?