Salta al contenuto principale

Picchia la convivente perché "troppo occidentale"

Trentenne arrestato a Cosenza dalla polizia

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Violenza su una donna
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

COSENZA - Non accettava lo stile di vita "occidentale" della convivente e per questo l’avrebbe aggredita e picchiata più volte, anche in presenza dei figli di uno e 4 anni. Un trentenne marocchino, T.H. è stato quindi arrestato dalla squadra mobile di Cosenza per maltrattamenti in famiglia, lesioni, violenza privata e violenza sessuale.

L’uomo, infatti, è accusato anche di avere costretto la convivente a subire violenza fisica e psicologica durante i loro rapporti sessuali e di avere più volte malmenato la donna agendo in stato di alterazione per l’uso di alcol e droga.

La donna non ha mai denunciato gli episodi perché minacciata ripetutamente di morte, ma gli investigatori della Squadra mobile, grazie al loro acume, al termine delle indagini coordinate dalla procura di Cosenza diretta da Mario Spagnuolo, sono riusciti a ricostruire la vicenda ed ha raccogliere gli elementi che hanno portato il gip ad emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?