Salta al contenuto principale

Evasione fiscale, denunciato imprenditore cosentino

Scattato anche il sequestro beni per 471mila euro

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La caserma della guardia di finanza di Paola
Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

COSENZA - Operava le ritenute alla fonte per i propri lavoratori e collaboratori, ma non le versava all'Erario. Per questo, un imprenditore della provincia di Cosenza è stato denunciato per il reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate, con il conseguente sequestro di 471mila euro.

In azione i finanzieri della Compagnia di Paola e della Tenenza di Cetraro che hanno eseguito il sequestro preventivo, anche per equivalente, di beni emesso dal gip di Paola, Rosamaria Mesiti, su richiesta del procuratore Pierpaolo Bruni e del sostituto Maurizio De Franchis.

E' stato scoperto che una società attiva nel settore medico, sebbene nel 2014 operasse le ritenute per i propri lavoratori e collaboratori, poi non provvedeva a versarle al Fisco, determinando così un'evasione fiscale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?