Salta al contenuto principale

Tenta due rapine ma fugge dopo essere stato scoperto

Arrestato un vibonese dopo due mesi di indagini

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La Questura di Vibo Valentia
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

VIBO VALENTIA - La Squadra mobile di Vibo Valentia ha arrestato, con l’accusa di tentata rapina, Fabrizio Greco, di 42 anni, di Vibo ma domiciliato a San Costantino Calabro.

L’uomo è ritenuto responsabile dell’episodio avvenuto il 21 novembre scorso nel centro abitato di Ionadi. Greco era stato notato da una persona aggirarsi vicino ad alcune autovetture. Alla richiesta di spiegazioni, il 42enne ha estratto un fucile con lo scopo di rapinare la vittima la quale, tuttavia, è riuscita ad allontanarsi rapidamente e a dare l'allarme.

Le investigazioni condotte dal capo della Mobile, Giorgio Grasso, hanno consentito di appurare che Greco, poco prima del colpo fallito, avrebbe progettato un altra rapina, questa volta ai danni di un commerciante di alimentari sempre di Ionadi, che ha avuto lo stesso epilogo di quello successivo.

L’uomo aveva infatti superato la recinzione della casa della vittima predestinata allo scopo di sottrarle il denaro dell’incasso una volta che questa si fosse presentata in giardino, ma il colpo è fallito in quanto il commerciante è apparso insieme ad altre persone.

Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Olimpia Anzalone che ha chiesto ed ottenuto dal gip di Vibo l'emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Greco. L’operazione è il risultato di una serie di intensificazioni dei servizi di controllo del territorio disposti dal questore Andrea Grassi, in particolare nella zona industriale di Vibo e nel capoluogo stesso, teatro recentemente di danneggiamenti, rapine e furti, spesso in abitazioni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?