Salta al contenuto principale

Lavoratori in nero scoperti in una azienda boschiva

Sospesa l'attività nel vibonese e denunciato il titolare

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

FABRIZIA (VIBO VALENTIA) - Ancora lavoratori in nero in aziende boschive del vibonese scoperti dai carabinieri. Dopo il caso dello scorso gennaio (LEGGI LA NOTIZIA) i Carabinieri della Stazione di Fabrizia unitamente ai militari del Nucleo Ispettorato del lavoro di Vibo Valentia hanno effettuato un controllo nei confronti di un’azienda boschiva.

In particolare è stato accertato che l’impresa in questione era attiva su due cantieri contemporaneamente: da qui la decisione dei militari di operare un intervento congiunto e contemporaneo al fine di identificare tutti i lavoratori attivi allo stesso momento.

È stata quindi accertata la presenza di 6 lavoratori senza regolare contratto, di cui uno minorenne.

Gli accertamenti sono proseguiti ed è stata verificata la mancanza della documentazione in relazione alla visita di controllo. Per tali violazione sono state elevate sanzioni amministrative per circa 25.000 euro con la consequenziale imposizione di sospensione dell’attività lavorativa dell’azienda. Il proprietario della società, un 33enne originario di Chiaravalle Centrale, è stato invece denunciato alla locale Procura della Repubblica.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?