Salta al contenuto principale

Incendio doloso in una casa di riposo a Reggio Calabria

Intossicati 12 anziani. Arrestato responsabile del rogo

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
L'intervento dei Vigili del Fuoco a Reggio Calabria
Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

REGGIO CALABRIA - Un incendio è divampato in una casa di riposo nella frazione Croce Valanidi. Dentro la struttura c'erano 12 degenti tratti tutti in salvo dalle squadre dei vigili del fuoco intervenute sul posto.

L'incendio si è propagato nei locali a partire dalle 7 del mattino, ad essere interessata è stata la casa famiglia New Gardenia di Croce Valanidi. La struttura su due piani è completamente inagibile e, a causa dei danni subiti, non sarà più riutilizzabile. La svolta nelle indagini è arrivata in serata, quando è emerso che l'incendio è stato di natura dolosa.


 

Gli anziani, che hanno suito tutti a vario titolo, una intossicazione dal fumo ma stanno bene tranne uno che risulta essersi aggravato per delle patologie pregresse. Si è in attesa di sistemare gli ultimi 8 anziani, nel frattempo i vigili del fuoco hanno acquistato (a loro spese) generi di conforto (latte e cornetti) per gli anziani.

La polizia di Stato, al termine delle indagini, ha arrestato la persona che ha appiccato le fiamme, Mario Marzullo, di 56 anni, pregiudicato, sottoposto alla libertà vigilata e con obbligo di permanenza nella casa di riposo nelle ore serali e notturne.

Secondo quanto é emerso dalle indagini del personale delle Volanti della Questura reggina, Marzullo avrebbe incendiato il materasso della sua stanza per futili motivi, dopo essere stato allontanato dalla cucina da una dipendente della casa di cura, il cui nome é "Oikos" e non "New Gardenia", come si era appreso in un primo tempo. Le fiamme si sono poi propagate ed hanno danneggiato l’intero stabile, rendendolo inagibile. Marzullo é accusato di tentato omicidio plurimo aggravato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?