Salta al contenuto principale

Cava di inerti abusiva scoperta nel Lametino

I Carabinieri sequestrano l'area, una denuncia

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
L'area sequestrata
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

PIANOPOLI (LAMEZIA TERME) - Nell’ambito dei servizi di controllo in materia di reati ambientali svolti dai Carabinieri, i militari della Compagnia di Lamezia Terme e della Stazione Forestale di Serrastretta, hanno effettuato un servizio nel territorio del Comune di Pianopoli.

Lì i militari si sono imbattuti in una vasta zona, nel tempo soggetta a diversi incendi, dove hanno scoperto l’esistenza di una cava di inerti.

I successivi accertamenti, svolti anche tramite l’analisi delle ortofoto estrapolate dal S.I.M. (Sistema Informativo della Montagna) relative agli anni 2009-2017, complete dei tematismi raffiguranti gli incendi hanno permesso di verificare il mutamento dello stato dei luoghi nel tempo a seguito proprio del prelievo degli inerti.

I Carabinieri hanno pertanto sequestrato l’intera area che è risultata di proprietà di un soggetto lametino, denunciato in stato di libertà perché sprovvisto di qualsiasi titolo autorizzativo in materia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?