Salta al contenuto principale

Furti e rapine compiute in appartamenti del Vibonese

Le indagini permettono di arrestare due persone

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
I carabinieri di Vibo Valentia
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

VIBO VALENTIA - I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia hanno eseguito nella notte due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di altrettante persone residenti nei comuni di Cessaniti e San Costantino Calabro, accusate di furti in appartamento e rapine in abitazione avvenute nel Vibonese. 

Gli arrestati sono Fabrizio Greco, 42 anni, di San Costantino Calabro, e Armando Petrolo, 52 anni di Cessaniti.Fabrizio Greco era già detenuto dal 29 gennaio scorso con l'accusa di tentata rapina ai danni di un automobilista di Ionadi. Quattro i furti contestati. I due arrestati si sarebbero impossessati di gioielli e contanti per un valore di duemila euro andando poi a rivendere i preziosi in un negozio di "Compro Oro".

Il titolare, però, insospettito, si è rivolto ai carabinieri che hanno avviato le indagini ricostruendo le attività criminose. Nel caso di una rapina ai danni di un anziano, i due malviventi non hanno esitato ad allagargli la casa per farlo uscire sul pianerottolo e dirigersi dal tetto sin dento la cucina per rubare 30 euro.

Le indagini sono state condotte dai militari del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Vibo e della Stazione di San Costantino Calabro. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?