Salta al contenuto principale

Migranti, scritte contro prefetto e vicepremier Salvini

Attacchi a Rosarno dopo demolizione della baraccopoli

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La demolizione della baraccopoli
Tempo di lettura: 
0 minuti 26 secondi

ROSARNO (REGGIO CALABRIA) - Scritte a caratteri cubitali in italiano, inglese e francese con le frasi "Non dimentichiamo, no alle espulsioni Prefetto e Salvini: nelle tende andateci voi (me...)" e "Case per tutti" sono apparse a Rosarno sui muri esterni del complesso di palazzine realizzate con fondi dell’Ue e destinate ad ospitare i migranti in contrada Serricella.

Analoghi messaggi erano stati lasciati anche sul muro della Prefettura di Reggio Calabria. Giovedì è stata completata l'opera di demolizione della baraccopoli di San Ferdinando decisa dopo l'ordinanza del sindaco (LEGGI).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?