Salta al contenuto principale

Tutti gli impianti di depurazione erano fuori norma

Sequestrate strutture in un comune del Cosentino

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il sequestro dei carabinieri forestali
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

SAN VINCENZO LA COSTA (COSENZA) - I carabinieri Forestale di Montalto Uffugo, Cerzeto e San Sosti hanno sequestrato tutti gli impianti di depurazione del comune di San Vincenzo la Costa, nel Cosentino. Dal controllo effettuato, infatti, è emerso che tutti gli impianti violavano la normativa ambientale, in alcuni casi in relazione alla qualità degli effluenti, in altri per la mancata gestione dei fanghi prodotti dall’impianto, che risultavano abbandonati da lungo tempo nelle vasche di essiccazione.

sequestro depuratore San Vincenzo la Costa

Gli impianti a fosse Imhoff non sarebbero stati sottoposti al previsto piano di smaltimento dei fanghi e dei reflui, causando la tracimazione e dispersione diretta dei liquami sul terreno contaminando i corsi d’acqua e le falde acquifere.

Tutti gli impianti sono risultati privi di autorizzazione allo scarico. I militari hanno quindi proceduto al sequestro di 7 impianti e alla denuncia dei responsabili comunali per i reati di attività di gestione di rifiuti non autorizzata e scarico illecito di reflui sul suolo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?