Salta al contenuto principale

Ambiente, centri di raccolta dei rifiuti non a norma

Sequestrate due strutture in comuni del Cosentino

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Una delle strutture sequestrate
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

COSENZA - I carabinieri forestali hanno sequestrato due centri di raccolta dei rifiuti a Francavilla Marittima e a Montegiordano.

Nel primo caso, i militari della Stazione di Oriolo e Corigliano hanno accertato che il centro, in località "Cimitero", non risponde ai requisiti. Criticità sono state riscontrate sull'accumulo dei rifiuti su un area di circa mille metri quadri per l’assenza di opere per la raccolta delle acque meteoriche, di dilavamento, di impianto di trattamento in loco degli stessi reflui, dell’assenza di accorgimenti per la raccolta in vasche a tenuta stagna, degli sversamenti delle sostanze pericolose e dell’assenza di autorizzazione allo scarico.

A Montegiordano, in località "Foritano", il centro, realizzato interamente a cielo aperto, presentava alcune criticità rispetto a quanto previsto dalla normativa del settore come, tra l’altro, la mancanza di viabilità interna per lo scarico e carico dei rifiuti, l’assenza di personale, l’assenza di una area di lavaggio e disinfestazione contenitori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?