Salta al contenuto principale

Incendiati due automezzi per la raccolta dei rifiuti

Intimidazione nel Reggino. Vertice per la sicurezza

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Un intervento dei vigili del fuoco
Tempo di lettura: 
2 minuti 20 secondi

ROCCELLA IONICA (REGGIO CALABRIA) - Due veicoli del Comune di Roccella Ionica utilizzati per la raccolta differenziata sono stati incendiati la notte scorsa nella periferia nord della cittadina costiera da persone non identificate.

I veicoli si trovavano all’interno di un’area comunale, regolarmente recintata e chiusa, che funge da isola ecologica e centro di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Per appiccare l’incendio, che poi ha distrutto i due mezzi, gli attentatori hanno utilizzato dosi abbondanti di liquido infiammabile.

A fare scattare l’allarme sono state alcune segnalazioni fatte alle forze dell’ordine da alcuni abitanti che risiedono nella zona in cui è situata l’isola ecologica. Sul grave attentato incendiario sono state avviate indagini dagli agenti della Polizia di Stato di Siderno.

Sulla vicenda è intervenuta l’Amministrazione comunale di Roccella Jonica che, per domani, ha convocato una seduta del Consiglio comunale: «Un gesto vile ed inqualificabile che ferisce per primi i funzionari e gli operai che quotidianamente lavorano con estrema dedizione ed abnegazione per garantire a tutti noi un servizio di qualità». 

Dopo l'intimidazione, si é tenuta nella sala consiliare del Comune di Roccella Jonica, presieduta dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, una riunione straordinaria del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica cui hanno partecipato, oltre ai vertici delle forze di Polizia, il presidente del Tribunale ed il Procuratore della Repubblica di Locri e la consigliera della Città Metropolitana Caterina Belcastro.

«La riunione - é detto in un comunicato della Prefettura - è stata convocata per la disamina della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica del territorio della locride, e di Roccella Jonica in particolare, scenario negli ultimi mesi di episodi criminosi culminati, la notte scorsa, con l’incendio di due mezzi per la raccolta dei rifiuti solidi urbani che si trovavano all’interno dell’isola ecologica comunale. Il Prefetto, introducendo i lavori, ha espresso vicinanza e solidarietà all’Amministrazione comunale che, nella complessa e impegnativa attività di governo locale, si caratterizza per l'efficiente gestione della cosa pubblica e per l’impegno civico. Di Bari ha poi sottolineato come l’azione di contrasto alla 'ndrangheta e alle sue organizzazioni si sia fatta sempre più stringente e l’attività di prevenzione e di repressione svolta dalle forze di Polizia abbia raggiunto risultati di significativo rilievo. Ciò nondimeno, il verificarsi di tali episodi impone di non abbassare la guardia e di mantenere alto il livello d’attenzione».

«Nel corso della riunione, pertanto - si afferma ancora nella nota - è stata disposta l’intensificazione dei servizi di controllo sul territorio, in un ottica di concreto e proficuo affiancamento alle Amministrazioni locali, che rappresentano il primo avamposto dello Stato. In chiusura, il sindaco di Roccella Jonica ha ringraziato il Prefetto per l’occasione di confronto di cui si è fatto promotore e per la vicinanza dimostrata alla Comunità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?