Salta al contenuto principale

Favori in cambio di soldi e voti per le elezioni

Sindaco del Cosentino tra indagati per corruzione

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il sindaco Enrico Granata
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

BELVEDERE MARITTIMO (COSENZA) - Il sindaco di Belvedere Marittimo, Enrico Granata, risulta indagato insieme ad altre cinque persone con l’accusa di corruzione. L’indagine è coordinata dal procuratore di Paola, Pierpaolo Bruni, ed è condotta dalla Compagnia della Guardia di finanza di Scalea.

Nella stessa inchiesta, coordinata dal Procuratore della Repubblica, Pierpaolo Bruni, e dal pm Rossana Esposito, sono indagati un consigliere comunale, Santino Stumbo, e quattro dipendenti dell’ente, la dirigente di settore Antonietta Grosso Ciponte, il responsabile del personale, Massimiliano Pepe, Vincenzo Grosso Ciponte e Ciriaco Grosso Ciponte. Agli indagati la Guardia di finanza ha notificato un decreto di perquisizione e di sequestro preventivo, con contestuale informazione di garanzia.

Secondo l’ipotesi accusatoria, ci sarebbe stata da parte del sindaco Granata e degli altri indagati una promessa di procacciamento di voti in vista delle elezioni comunali del prossimo mese di maggio.

Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati documenti, computer e cellulari in uso alle persone indagate. Nel tardo pomeriggio gli indagati sono stati interrogati dal procuratore Bruni. Sull'esito degli interrogatori vige, al momento, uno stretto riserbo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?