Salta al contenuto principale

Sorpresi a pescare illegalmente nel mare di Crotone

Tre arresti per la reazione contro la guardia di finanza

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il controllo del peschereccio
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

CROTONE - Un peschereccio impegnato in attività di pesca vietata di novellame di sarda è stato intercettato da un battello della Guardia di finanza della Sezione Navale di Crotone, dipendente dal Roan di Vibo Valentia, nei pressi della foce del fiume Neto.

I tre pescatori, il capobarca M.S., di 53 anni e due pescatori M.C. (51) e M.V. (67), sono stati arrestati per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’equipaggio, infatti, alla vista dell’imbarcazione della Finanza ha tentato di evitare i controlli anche con manovre pericolose ma i militari sono riusciti a salire bordo dove uno di loro è stato anche colpito da un calcio, senza riportare lesioni gravi.

Ricondotti alla calma gli occupanti, il natante è stato scortato fino al porto di Crotone. Al capobarca è stata inflitta una sanzione amministrativa per pesca abusiva di novellame e per irregolare assunzione di personale perché tutto l’equipaggio è risultato assunto "in nero" oltre che per alcune altre omissioni documentali rilevate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?