Salta al contenuto principale

Atti vandalici nella sede del Circolo della stampa

Continui episodi a Cosenza: c'è preoccupazione

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La stazione di Vaglio Lise
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

COSENZA - Atti vandalici, ad opera di persone non identificate, ai danni della sede del Circolo della stampa "Maria Rosaria Sessa" di Cosenza, ubicata all’interno della stazione ferroviaria di Vaglio Lise. Gli atti si sono ripetuti per tre volte, a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Lo ha reso noto il presidente del Circolo, Franco Rosito, che ha espresso «forte preoccupazione» per l’accaduto.

«Abbiamo trovato la porta di ingresso forzata - ha detto Rosito - per cui abbiamo provveduto a cambiare la serratura. Stamattina abbiamo constatato anche la rottura dei vetri del portoncino. Siamo preoccupati perché abbiamo il sospetto, che abbiamo espresso agli organi competenti per gli accertamenti del caso, compresa la Polfer, che i locali del circolo vengano utilizzati da senza tetto». Danneggiata anche la porta del Dopolavoro ferroviario, ubicato a fianco della sede del Circolo della stampa. Maria Rosaria Sessa, la giornalista alla quale è intitolato il circolo, fu uccisa dal compagno nel 2002.

«Si tratta di episodi spiacevoli e deprecabili - ha detto ancora il presidente Rosito - che minano la tranquillità nostra e della comunità nella quale operiamo e viviamo».

«Insieme ai colleghi del Consiglio Direttivo - ha concluso Rosito - auspichiamo che al più presto venga fatta luce su questi episodi che si stanno registrando in un’area, come quella di Vaglio Lise, che versa in uno stato di abbandono, soprattutto nelle ore notturne».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?