Salta al contenuto principale

Sequestrato il pesce in vendita nel Vibonese

A rischio la salute pubblica nella pescheria

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La pescheria controllata nel Vibonese
Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

SERRA SAN BRUNO (VIBO VALENTIA) - Il personale del Nas di Catanzaro, nella giornata di ieri, durante una serie di specifici servizi in campo nazionale relativi alla regolarità dei prodotti ittici, ha effettuato un controllo presso una pescheria della città della Certosa sita sul centralissimo corso Umberto. Le verifiche hanno portato al sequestro di una quantità di circa 50 chilogrammo di pesce fresco in quanto mancante di ogni indicazione relativa alla tracciabilità dello stesso.

I militari coordinati dal tenente Pizzurro, unitamente al personale del Servizio veterinario dell'azienda sanitaria provinciale, hanno proceduto ad eseguire la totale chiusura dell'attività commerciale per le «gravissime carenze igienico-sanitarie e strutturali che ne compromettevano l’esercizio con pregiudizio per la salute pubblica».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?