Salta al contenuto principale

Siderno, ex sindaco condannato a 12 anni di carcere

La Cassazione ha confermato la sentenza per mafia

 

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Alessandro Figliomeni
Tempo di lettura: 
0 minuti 32 secondi

SIDERNO (REGGIO CALABRIA) - La prima sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 12 anni di reclusione per l’ex sindaco di Siderno Alessandro Figliomeni, accusato di associazione mafiosa.

Figliomeni fu coinvolto, insieme ad un’altra cinquantina di persone, nell’operazione coordinata dalla Dda di Reggio Calabria "Recupero", condotta nel dicembre del 2010 nei confronti di presunti esponenti della cosca dei Commisso.

Figliomeni, secondo l'accusa, avrebbe avuto un ruolo di primo piano nell’ambito dell’organizzazione criminale. Il fermo dell’ex sindaco fu eseguito dopo che i magistrati della Dda di Reggio Calabria scoprirono dalle intercettazioni che l’esponente politico stava per partire alla volta dell’Australia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?