Salta al contenuto principale

Operazione Crisalide, 10 rinvii a giudizio a Lamezia

C'è anche l'ex vicepresidente del consiglio comunale Paladino

Calabria
Chiudi

Il tribunale di Lamezia Terme

Apri
Nella foto: 
Il tribunale di Lamezia Terme
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

CATANZARO - È stato rinviato a giudizio anche l’ex vicepresidente del Consiglio comunale di Lamezia Terme, Giuseppe Paladino, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta "Crisalide" condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

A deciderlo è stato il giudice per l'udienza preliminare di Catanzaro, Piero Carè, che ha disposto il processo, oltre che per Paladino, anche per altre 9 persone. Il dibattimento inizierà il 12 giugno davanti ai giudici del Tribunale di Lamezia.

SCOPRI IL FASCICOLO DINAMICO
SULL'OPERAZIONE CRISALIDE
CON TUTTI I CONTENUTI, FOTO E VIDEO

Il 18 luglio, invece, proseguirà il processo con rito abbreviato richiesto e ottenuto dagli altri 54 indagati dell’inchiesta, tra cui l'ex candidato a sindaco Pasqualino Ruberto. Gli elementi emersi dall’indagine avevano portato nello scorso mese di novembre allo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Consiglio comunale di Lamezia (LEGGI LA NOTIZIA).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?