Salta al contenuto principale

Lega, condanna confermata per il calabrese Belsito

Stessa sorte per Bossi e restituzione dei soldi

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il calabrese Francesco Belsito
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

REGGIO CALABRIA - La Corte d'Appello di Genova ha condannato a un anno e 10 mesi Umberto Bossi e a 3 anni e 9 mesi il calabrese Francesco Belsito nel processo sui rimborsi elettorali percepiti illecitamente dal Carroccio.

I giudici hanno anche confermato la confisca di 49 milioni di euro dalle casse del partito. Gli ex revisori contabili della Lega, Diego Sanavio e Antonio Turci, sono stati condannati a 8 mesi, mentre per il commercialista del Carroccio Stefano Aldovisi a 4 mesi. Per tutti e tre il reato contestato è passato da truffa ai danni dello Stato a indebita percezione di erogazioni ai danno dello Stato.

Il sostituto procuratore Enrico Zucca aveva chiesto la condanna a un anno e 10 mesi per Umberto Bossi e oltre mille euro di multa, 2 anni per i revisori Diego Sanavio e Antonio Turci a cui si aggiungeva una multa di 800 euro e un anno e 3 mesi per Stefano Aldovisi e 500 euro di multa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?