Salta al contenuto principale

Omicidio Bruno Lazzaro, chiesti 30 anni di carcere

La sentenza del Gup è attesa per metà febbraio

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Bruno Lazzaro
Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

VIBO VALENTIA - Una richiesta di condanna a trent'anni di reclusione. Questa la pena voluta dal pubblico ministero Olimpia Anzalone per Gaetano Muller, il 20enne di Sorianello accusato dell’omicidio di Bruno Lazzaro,  cugino 27enne del presunto omicida, avvenuto la sera del 4 marzo del 2018 in una zona isolata di località Fago-Savini (LEGGI LA NOTIZIA DELL'OMICIDIO).

Il rappresentante dell’Ufficio di Procura ha ripercorso le tappe della vicenda culminata con il ferimento a morte con un oggetto con una lama mai rinvenuto.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SULL'OMICIDIO DI BRUNO LAZZARO

 

Un delitto il cui movente, secondo l’accusa, è da ricercare nella relazione che la vittima aveva iniziato con una ragazza minorenne, ex dell’imputato.

Muller,  (NELLA FOTO), nel corso dell’udienza scorsa davanti al gup Giulio De Gregorio, ha confessato il delitto confermando l’iniziale ipotesi accusatoria (LEGGI LA NOTIZIA DEL SUO ARRESTO). 

Il presunto omicida è anche ritenuto esponente del clan degli Emanuele, vicino alla stessa famiglia Lazzaro, e arrestato nell'operazione Black Windows, (SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SULL'OPERAZIONE BLACK WINDOWS) sul duplice tentato omicidio di Alex Nesci e del fratellino portatore di handicap (LEGGI LA NOTIZIA).

Le difese hanno chiesto l’esclusione dell’aggravante della premeditazione e il riconoscimento dell’attenuante della provocazione.

In più hanno invocato la derubricazione del reato: da omicidio volontario a preterintenzionale.

I familiari della vittima si sono costituiti parte civile. La sentenza del gup Giulio De Gregorio è prevista per il 13 febbraio prossimo. 

Sia la vittima che il presunto killer sono i cugini di Salvatore Lazzaro morto nel 2013 a seguito di un ferimento da arma da fuoco (LEGGI LA NOTIZIA DEL FERIMENTO e quella DELLA MORTE DI SALVATORE LAZZARO).

Lazzaro e Muller erano anche i nipoti di Salvatore Inzillo ucciso sempre a Sorianello lo scorso giugno: SCOPRI TUTTI I CONTENUTI NEL FASCICOLO AD AGGIORNAMENTO DINAMICO SULL'OMICIDIO DI SALVATORE INZILLO.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?