Salta al contenuto principale

Operazione Xenia, rinviato a giudizio il sindaco Lucano

Con lui anche altri 26 indagati, processo fissato a giugno

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il sindaco sospeso di Riace Mimmo Lucano
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

LOCRI (REGGIO CALABRIA) - Il sindaco sospeso di Riace Mimmo Lucano è stato rinviato a giudizio assieme agli altri 26 indagati nell’ambito dell’inchiesta denominata "Xenia", in esecuzione della quale Lucano era stato arrestato (LEGGI) e relativa alla gestione degli applati della raccolta dei rifiuti ma soprattutto alla gestione dei migranti a Riace.

(SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SULL'OPERAZIONE XENIA)

La decisione è stata adottata dal Giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Locri, Amelia Monteleone, dopo sette ore di camera di consiglio.

(LEGGI DELLA DECISIONE SULLA REVOCA DELLA MISURA A CARICO DELLA COMPAGNA DI LUCANO)

Il processo è stato fissato per l’11 giugno prossimo a Locri.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SUL SINDACO
DELL'ACCOGLIENZA DOMENICO (MIMMO) LUCANO

Negli scorsi giorni era giunta la pubblicazione delle motivazioni della sentenza della Cassazione (LEGGI LA NOTIZIA) che aveva annullato con rinvio la decisione del Tribunale del Riesame sul divieto di dimora (LEGGI LA NOTIZIAimposto al sindaco sospeso Lucano. Lo stesso Lucano, all'indomani della decisione, aveva commentato evidenziando la sua fiducia nella magistratura (LEGGI LA NOTIZIA) innescando, però, una polemica con il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?