Salta al contenuto principale

Operazione Confine Illegale della Guardia Costiera

Multe e sequestri di pesce su tutta la costa tirrenica

Calabria
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Interventi della Guardia Costiera
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

REGGIO CALABRIA - Si è conclusa l'operazione "Confine Illegale", disposta a livello nazionale dal Comando generale delle Capitanerie di porto e coordinata a livello interregionale dalla Direzione Marittima Guardia Costiera della Calabria e della Basilicata Tirrenica.

Nel corso dell'operazione messa a segno dalla Guardia Costiera sono stati eseguiti controlli via mare e a in pescherie, ristoranti e punti di sbarco con l'elevazione di 63 sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 102 mila euro e il sequestro di circa 710 kg di prodotti ittici; sette denunce penali, con il sequestro di 1.146 kg di prodotto, e 23 sequestri di attrezzi da pesca utilizzati illegalmente.

In particolare, tra le operazioni principali, militari della Capitaneria di Reggio hanno sequestrato 630 kg di cozze nascoste sul fondale marino nelle acque di Pellaro, sprovviste di bollo sanitario e altri 148 kg di prodotti ittici al titolare di un ristorante. Altri 400 kg di vario prodotto ittico sono stati sequestrati dai militari di Corigliano in un ristorante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?