X
<
>

Un particolare della locandina dell'iniziativa

Tempo di lettura 3 Minuti

SETTEMILA pasti preparati dalle sapienti mani di chef calabresi da destinare a famiglie bisognose. L’iniziativa solidale vede in prima linea la Vibonese calcio. Grazie al contributo di Enti ed aziende coinvolte dalla società rossoblù vibonese, sono stati raccolti generi alimentari per un importo pari a 67mila euro. Con questi prodotti i maestri della cucina calabrese prepareranno i pasti da distribuire, attraverso il Banco Alimentare Calabria.

Per una settimana (dall’8 al 15 maggio) gli chef e le loro brigate si renderanno protagonisti nella preparazione dei piatti in quattro mense stellate.

Ecco i nomi di chi scenderà in campo con mestoli e padelle: Luca Abbruzzino, stella Michelin; Riccardo Sculli, stella Michelin; Antonio Biafora, menzione buona cucina Michelin; Giuseppe Romano, menzione buona cucina Michelin; Filippo Cogliandro, menzione buona cucina Michelin; Gaetano Alia, menzione buona cucina Michelin; Pier Luigi Vacca, menzione buona cucina Michelin; Agostino Bilotta, menzione buona cucina Michelin; Michele Rizzo, menzione buona cucina Michelin; Francesco Mastroianni, maestro gelatiere tra i cinque migliori al mondo, Paolo Caridi, maestro pasticciere; Luigi Longo; Luigi Ammirati; Ercole Villirillo; Luigi Quintieri; Antonio Fuoco; Salvatore Murano; Enzo Grasso; Michele Monteleone; Giuseppe Rombolà; Daniele Crigna; Alessio Argento; Valerio Laino; Giuseppe Mandaradoni; Abdou Dibbasey e Salihu Barrow; Arrigo Sebastiano; Pietro De Grazia; Emanuele Veneruci.

Saranno utilizzate le cucine dell’Istituto Alberghiero Ipseoa Enrico Gagliardi di Vibo Valentia; del ristorante Agorà di Rende; del ristorante L’A Gourmet L’Accademia di Reggio Calabria e del ristorante Abbruzzino di Catanzaro.

«In questo momento di bisogna restare uniti e trasformare l’egoismo in altruismo. Noi offriamo la nostra professionalità» per questo Michele Rizzo chef e proprietario dell’Agorà di Rende ha messo a disposizione il suo ristorante e la sua esperienze. Il ristorante accoglierà gli chef del cosentino che prepareranno i pasti da distribuire. «Sarà un menu semplice – spiega Michele Rizzo – ma preparato con cura e sapienza».

Lo chef svela anche alcuni dei piatti. «Abbiamo deciso di preparare per il primo giorno un timballo di riso al forno con salumi e formaggi. Tra i primi prepareremo anche la pasta all’amatriciana. Per quanto riguarda i secondi faremo il tonno con una panatura aromatica e una insalata, del tonno useremo anche la ventresca con delle melanzane fritte. Fra i secondi anche gli spiedini, la salsiccia e le patate. L’ultimo giorno sarà dedicato a svuotare il frigo. Prepareremo i piatti con quello che è rimasto e niente verrà buttato».

Ad accompagnare le pietanze sarà la birra prodotta dal gruppo Caffo, “Mount Lion”.

«Purtroppo la fame non va in quarantena – dice Giovanni Romeo, direttore generale Banco Alimentare Calabria – non finiremo mai di dire grazie all’U.S. Vibonese Calcio per questa ulteriore iniziativa che dimostra quanto sia importante il gioco di squadra».

Dal canto suo Pippo Caffo, presidente della Vibonese Calcio parla della sensibilità che ha investito tutti: «Attraverso il Banco Alimentare abbiamo conosciuto una quotidianità terribile, aggravata dalla pandemia trasformatasi presto in crisi economica, che per molti ha significato azzerare le già poche risorse di cui si poteva disporre. Grazie ai club che ci hanno accompagnato nella precedente iniziativa, grazie agli chef, agli enti e alle aziende che ci affiancheranno in questa con l’auspicio che presto tutti potremo tornare ad abbracciarci per festeggiare dentro e fuori dal campo». La Vibonese ha inoltre annunciato che Tutti i ristoratori potranno aderire con una donazione di pasti caldi che verranno distribuiti attraverso l’Associazione Banco Alimentare della Calabria e la loro rete di volontari.

Per avere maggiori informazioni si può scrivere a: [email protected] indicando il nome del ristorante, la località è il numero di pasti, o chiamare al numero 3468895143.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares