Salta al contenuto principale

Influenza aviaria, muore un 35enne del Vibonese

Ricoverato con gravi insufficienze respiratorie

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
L'ospedale di Germaneto
Tempo di lettura: 
1 minuto 38 secondi

VIBO VALENTIA - Da qualche giorno era ricoverato dapprima presso il reparto di malattie infettive dell’ospedale “Jazzolino” e poi essere trasferito in quello di Germaneto, a Catanzaro, ma le sue condizioni non sono migliorate. Tutt’altro, il quadro clinico è peggiorato progressivamente fino all’esito più nefasto. Non ce l’ha fatta Domenico Arena, il 35enne di Filandari colpito dal virus dell’aviaria.

È morto nel pomeriggio di ieri, presso il nosocomio catanzarese dove era stato trasferito in prognosi riservata dopo che i medici del presidio sanitario di Vibo gli avevano diagnosticato un’infezione virale del tipo H1N1. Anche due suoi stretti congiunti erano stati ricoverati negli stessi giorni ma nei loro confronti il virus non è progredito e pertanto erano stati dimessi.

Il giovane, al Pronto soccorso era arrivato con serie difficoltà respiratorie e le sue condizioni erano apparse subito gravi tant’è che il giovane era stato dapprima portato a Lamezia Terme e successivamente nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Germaneto. Ma, come detto, una volta entrato nella struttura di Germaneto le sue condizioni sono dapprima rimaste stabili per poi peggiorare progressivamente. Ieri pomeriggio, purtroppo, il decesso.

La notizia della scomparsa del 35enne ha sconvolto la piccola comunità di Filandari che aveva sperato in un miglioramento del quadro clinico del giovane paziente.

In particolare la società sportiva locale, l’Asd Filandari, militante nel campionato di Terza categoria di Calcio ha chiesto alla Delegazione vibonese della Figc il rinvio della gara con il San Costantino Calabro in programma per la giornata odierna. In un post pubblicato sulla loro pagina facebook i dirigenti della società rossoblù spiegano i motivi: «La partita tra Filandari e San Costantino è stata rinviata a data di destinarsi. Abbiamo chiesto alla lega di non giocare la partita dopo la notizia della perdita di Domenico Arena. Non ci sentivamo di disputare una partita di calcio durante i funerali di un ragazzo della nostra comunità. La società ASD Filandari si stringe al dolore della famiglia Arena».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?