X
<
>

Condividi:

Dopo il caso di positività al coronavirus registrato ieri nel Reggino, la Calabria torna a contagi zero. Nonostante in una prima versione del bollettino regionale di oggi, sabato 6 giugno, fosse stato riportato un nuovo positivo (probabilmente per un refuso) il totale dei calabresi che hanno contratto il virus dall’inizio dell’emergenza resta fermo a quota 1.159.

Prosegue invece il calo dei casi attualmente attivi che arrivano a 91 (6 in meno rispetto a ieri). Resta fermo a 97 il numero delle vittime.

Non è stato pertanto ancora confermato il caso sospetto di Cosenza di ieri (LEGGI) emerso nel corso dello screening volontario a cui hanno aderito 200 soggetti. Con ogni probabilità il tampone a cui è stato sottoposto l’uomo – risultato per tre volte positivo ai test rapidi IGG/IGM – non è stato ancora processato.

I numeri sul coronavirus covid-19 in Calabria

I guariti dal Covid-19 salgono a 971 (83,77%), 6 in più rispetto a ieri. Un dato che determina, come detto, la diminuzione degli attualmente positivi a 91 (7,85%) di cui 73 in isolamento domiciliare (-6), 18 ricoverati in vari reparti e nessuno in terapia intensiva.

I malati effettivi per provincia

Alla luce dei dati del bollettino la situazione degli attualmente infetti in Calabria è la seguente (in ordine di casi presenti):

  • Cosenza: 57
  • Catanzaro: 18
  • Reggio Calabria: 11
  • Vibo Valentia: 3
  • Crotone: 2

Finora sono stati effettuati 75.290 tamponi su 73.228 soggetti (in alcuni casi sono stati fatti più tamponi alle stesse persone per le verifiche e i controlli). I test effettuati nelle ultime 24 ore sono 1.104.

A tal proposito, dall’analisi dei dati diffusi dalla Regione Calabria si nota una flessione nel numero dei tamponi effettuati. Se a maggio era stata raggiunta la media di 1.108 test al giorno (ad aprile la media era 885), in questo primo scorcio del mese di giugno i tamponi processati scendono a 836 al giorno.

Da ricordare, comunque, che nel totale dei casi positivi comunicati dall’ente non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

I rientri da fuori regione

Dall’ultima rilevazione, «le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 6.371». I rientri totali dall’inizio dell’emergenza superano quota 35 mila.

 

La ripartizione territoriale

Sotto il profilo territoriale, ricordando che il totale dei casi di Catanzaro comprende anche soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi e che le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso, i casi positivi sono così distribuiti:

  • Catanzaro: i casi totali restano 216, di cui 14 in reparto; 4 in isolamento domiciliare; 165 guariti; 33 deceduti. Da questo totale vanno decurtati 2 pazienti originari di Bergamo (guariti e dimessi LEGGI). Il paziente della rianimazione ricoverato al Pugliese ha eradicato l’infezione ed è stato inserito tra i guariti della Provincia di Crotone; fino al bollettino del 14 maggio i pazienti del Crotonese ricoverati in provincia di Catanzaro erano cinque, ma sono stati tutti dimessi e vengono pertanto inseriti nella provincia di residenza. In questo modo si giunge ad un totale complessivo di persone infette provenienti dalla provincia di Catanzaro pari a 214.
  • Cosenza: sono 468 i casi totali di cui 1 in reparto; 56 in isolamento domiciliare; 377 guariti; 34 deceduti.
  • Reggio Calabria: sono 276 i casi di cui 3 in reparto, 8 in isolamento domiciliare; 246 guariti; 19 deceduti.
  • Crotone: restano 118 i casi di cui 2 in isolamento domiciliare; 110 guariti; 6 deceduti.
  • Vibo Valentia: restano 81 i casi totali di cui 3 in isolamento domiciliare; 73 guariti; 5 deceduti, (anche se da fonti ufficiose i contagi totali sarebbero 84 LEGGI).

I soggetti in quarantena in Calabria

La Regione non comunica più il totale dei soggetti in quarantena.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA