X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – La rapida ascesa del numero dei casi attivi ha destato forte preoccupazione nelle ultime settimane e adesso la presidente della Regione Jole Santelli ha deciso di intervenire per prevedere misure di contenimento del contagio.

Con una nuova ordinanza, (la n. 68) che avrà valore «fino a tutto il 7 ottobre 2020» la presidente Santelli «istituisce l’obbligo su tutto il territorio regionale, di indossare correttamente la mascherina o altra idonea protezione a copertura di naso e bocca, oltre che in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico e sui mezzi di trasporto pubblico, anche in tutti i luoghi all’aperto, per tutto l’arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le deroghe previste dalle norme vigenti». Chiarendo, altresì, che «possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una
adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso».

Sono comunque esentati dall’obbligo «i bambini sotto i sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti e le persone durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria e/o sportiva».

Inoltre, la presidente «ferme restando le misure statali e regionali di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti» conferma «il divieto assoluto di assembramento, il rispetto delle misure di distanziamento interpersonale e delle misure igieniche di prevenzione».

Riguardo le attività economiche, produttive e ricreative e per gli uffici pubblici ed aperti al pubblico, viene disposto «l’obbligo di rilevazione della temperatura corporea per dipendenti ed utenti, impedendo l’accesso nei casi in cui venga rilevata una temperatura superiore a 37,5 C° e comunicando la circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP territorialmente competente per gli adempimenti di con sequenziali».

L’ordinanza ribadisce, inoltre, l’obbligo «alle Autorità Competenti, attraverso i propri Organi di controllo, anche in coordinamento, della verifica del rispetto delle disposizioni previste nella presente Ordinanza e delle altre misure di prevenzione e contenimento del contagio vigenti, applicando le sanzioni da € 400,00 a € 1000,00».

  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares