X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Dopo il bollettino di revisione pubblicato nella serata di ieri (LEGGI) nel quale le terapie intensive sono passate da 26 a 10, la Regione Calabria specifica oggi che «l’aggiornamento del bollettino regionale riporta una modifica nella distribuzione dei casi ricoverati. Tale modifica è stata effettuata a seguito delle comunicazioni pervenute dall’Azienda ospedaliera di Reggio Calabria e dall’Azienda ospedaliera di Cosenza».

Ma nei fatti questo aggiornamento è stato disposto in virtù di una riclassificazione del concetto di terapia intensiva: In sostanza da ieri sera vengono inseriti nella categoria Terapina intensiva solo colo che sono intubati, gli altri, anche se ricoverati in rianimazione, se non sono intubati vengono considerati ricoverati ordinari.

Chiarito questo aspetto, anche se restano discutibili la tempistica e la scarsa trasparenza, oggi la Regione rende noto un altro dato record nella rilevazione dei contagi.

Sono, infatti, ben 262 casi in più rispetto a ieri, solo 4 contagi in meno rispetto al record assoluto per la Calabria fatto segnare ieri, un dato che, anche oggi, fa balzare sempre più in alto il numero dei casi attualmente positivi anche perché oggi i guariti sono stati soltanto 5. Il totale dei casi attivi in questo modo sale a 3.894.

Il totale delle persone che hanno contratto il virus dall’inizio della pandemia sale invece a 6.092.

I casi confermati oggi sono così suddivisi:

  • Cosenza: 58
  • Catanzaro 44
  • Crotone 40
  • Vibo Valentia 1
  • Reggio Calabria 119
  • Altra Regione o stato Estero 0.

Stanti così le cose le persone attualmente contagiate in Calabria passano come detto a 3.894. Mentre il bollettino fa registrare altri 2 decessi che portano il totale delle vittime dall’inizio della pandemia a 124.

Per quanto riguarda i casi attualmente attivi nelle ultime 24ore i ricoveri in ospedale crescono di 13 unità passando a 212 mentre le terapie intensive registrano 1 caso in più passando da 10 a 11 ricoverati.

Per quanto riguarda i posti in rianimazione 4 sono ricoverati a Cosenza, 2 a Reggio Calabria e 5 a Catanzaro.

Si mantiene preoccupante anche la situazione nei reparti ordinari visto che Catanzaro ospita 47 persone contagiate, Cosenza 90, Reggio Calabria 63, Crotone 5 e Vibo Valentia 7.

Cresce anche il dato delle persone in isolamento domiciliare che passano a 3.671 con una crescita di 241 persone.

I dati indicano ancora che in Calabria, ad oggi, sono stati sottoposti a test 282.942 soggetti (2.866 in più rispetto a ieri) per un totale di 285.949 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test).

Il dipartimento Tutela della Salute ha anche reso noto che territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Cosenza: CASI ATTIVI  1.273 (90 in reparto (di cui 3 non residenti); 4 in terapia intensiva, 1.179 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 660 (616 guariti, 45 deceduti).

– Catanzaro: CASI ATTIVI  595 (47 in reparto di cui 5 non residenti; 5 in terapia intensiva; 543 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 356 (317 guariti, 39 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI  158 (5 in reparto, 153 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 161 (155 guariti, 6 deceduti)

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 86 (7 ricoverati ,79 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 125 (118 guariti, 7 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1.515 (63 in reparto; 2 in terapia intensiva; 1.450 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 767 (741 guariti, 26 deceduti).

– Altra Regione o stato Estero: CASI ATTIVI  267 (267 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 128 (127 guariti, 1 deceduto). È compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 480.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares