Un tecnico si prepara ad effettuare i test sui tamponi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 3 Minuti

COSENZA – Due persone a residenti a San Lucido e ricoverate a Cosenza, una donna di Corigliano-Rossano ricoverata a Cetraro, anche se il sindaco della città jonica in tarda serata ha detto di essere ancora in attesa dell’esito dei tamponi effettuati, un uomo di Cosenza ricoverato all’Annunziata della città Bruzia e due persone a Reggio Calabria. Più un caso sospetto a Bocchigliero in attesa di conferma. Solo nella giornata di ieri, nerissima, sono morte sette persone: quasi tutte Covid-19 positive.

LEGGI IL DATO CON L’ULTIMO AGGIORNAMENTO CHE PORTA I CONTAGIATI A 355

Un bilancio difficile da mandare giù, in una regione che in ventiquattro ore ha dovuto aggiornare il bilancio in peggio. Da sette a tredici persone decedute. È il quadro forse più duro in una Calabria che continua a registrare contagi in aumento, numeri relativamente costanti giorno dopo giorno. Ieri l’aumento dei casi positivi accertato è stato di ventisette persone in più su 3mila 227 negative. Tamponi quasi a tappeto e alcuni focolai che preoccupano particolarmente.

Quello forse più inquietante in queste ore è a Bocchigliero (LEGGI LA NOTIZIA DELLA CHIUSURA DI BOCCHIGLIERO), in provincia di Cosenza, qui ci sarebbe anche una morte sospetta sotto analisi da parte del dipartimento di prevenzione dell’Asp di Cosenza. E poi c’è Rogliano, altro luogo attualmente sotto altissima osservazione.

I CONTAGI

La situazione è di 319, quelle negative sono 3.227. Ma sarebbero almeno tre i casi da aggiungere al conteggio delle 17 della Regione. A Catanzaro il totale è di 64 persone positive al coronavirus. Sono 9 in reparto; 12 in rianimazione; 43 in isolamento domiciliare. I residenti nella provincia di Catanzaro sono 50, il resto arriva da un po’ tutta la Calabria e oltre. Al Pugliese-Ciaccio infatti sono ricoverate 2 persone dalla Lombardia, 2 dalla provincia di Cosenza, 3 dalla provincia di Vibo Valentia e 7 dalla provincia di Crotone. A Cosenza si è raggiunto un totale di 84 positivi di cui 38 in reparto divisi su diversi ospedali: 24 a Malattie infettive dell’Annunziata, 6 al presidio di Rogliano, 3 a Castrovillari e 3 a Cetraro. A questi si aggiungono anche le due persone della provincia di Cosenza ricoverate a Catanzaro. Inoltre ci sono 3 in rianimazione; 39 in isolamento domiciliare e sette deceduti. A Reggio Calabria i positivi salgono a 97 di cui 24 in reparto; 5 in rianimazione; 59 in isolamento domiciliare; 5 guariti e 5 deceduti. A Vibo Valentia gli infetti risultano 18 di cui 2 in reparto; 1 in rianimazione; 15 in isolamento domiciliare. Altre tre persone sono ricoverate a Catanzaro. Il totale è di 23 persone visto che ai dati del bollettino nel corso della giornata si sono aggiunti altri due casi. A Crotone infine ci sono 58 persone positive: 18 in reparto; 39 in isolamento domiciliare; 1 deceduto. A questo dato vanno aggiunte le sette persone ricoverate a Catanzaro per un totale di 65 persone.

QUARANTENE

I soggetti in quarantena invece sono 6952, così distribuiti: Cosenza: 1344, Crotone: 699, Catanzaro: 716, Vibo Valentia: 796, Reggio Calabria: 3397.

I RIENTRI

Sono invece 11mila e 400 le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione allestito per l’emergenza e utile ad autocertificare la presenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA