X
<
>

La prima neve in Sila (Foto dal web)

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Veri e propri acquazzoni che si alternano al sole, mentre durante la scorsa notte in Sila è stata registrata la prima caduta di neve nella zona di Botte Donato.

In pochi giorni la Calabria è passata dalle temperature quasi estive all’autunno inoltrato, come dimostra proprio la leggera nevicata registrata durante la notte nella zona della Sila superiore ai 1900 metri e dove è stata registrata la temperatura di zero gradi.

Le previsioni per le prossime ore portano ancora instabilità al Sud e temperature che continueranno a scendere.

In particolare, il meteo secondo gli esperti indica ancora piogge al sud e su parte del centro, breve tregua in vista per domani. Un nuovo peggioramento si profila già a partire da metà settimana, insieme all’afflusso di correnti di origine polare «tra i Balcani sud-occidentali e le regioni meridionali italiane resta attiva una circolazione di bassa pressione, colma di aria fredda a tutte le quote, responsabile dell’attuale fase di marcata instabilità atmosferica che ancora per oggi insisterà sulle regioni centrali adriatiche e al Sud. Nella giornata di martedì la depressione si allontanerà definitivamente verso est – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it -, consentendo un miglioramento che si preannuncia molto breve».

«Nei giorni successivi, infatti – continuano gli esperti – per l’Italia si profila un nuovo peggioramento dovuto al passaggio di altri impulsi perturbati che arriveranno dalle alte latitudini e probabilmente interesseranno soprattutto le regioni adriatiche, il Sud e la Sicilia. Dal punto di vista termico, la settimana si preannuncia insolitamente fredda per il periodo, con temperature destinate a mantenersi un po’ ovunque al di sotto della norma, in modo anche marcato tra mercoledì e venerdì, per l’affondo di masse d’aria di origine polare fino al cuore del mar Mediterraneo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA