X
<
>

I lavori sul ponte Allaro a Caulonia, in provincia di Reggio Calabria

Tempo di lettura 3 Minuti

COSENZA – Sulla Statale 106 tutto resta bloccato. E’ la denuncia dell’associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” che lo scorso febbraio ha invitato all’Anas Spa Calabria una serie di richieste legate agli interventi di messa in sicurezza previsti (ed in parte già finanziati), sull’arteria. Alle interrogazioni poste dall’associazione, l’Anas Spa Calabria, replicava sulla stampa (con una nota diramata a fine giugno), confermando che la colpa di tutti gli interventi di messa in sicurezza ad oggi bloccati è dell’attuale Governo che non ha stanziato alcuna risorsa. Ma l’associazione non desiste e ieri ha inviato un nuovo memorandum sui lavori finanziati e mai partiti.

COSENZA

Dopo la passerella del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli (Pd) l’associazione rileva un sostanziale fermo sui lavori per la realizzazione del 3° Megalotto: «Ad oggi – si legge nel memorandum – non è stato realizzato neanche un centimetro del nuovo tracciato mentre tardano ad essere completate persino le opere preliminari propedeutiche all’avvio dei lavori». Inoltre l’associazione rileva come restino bloccati i seguenti interventi di messa in sicurezza: realizzazione dell’illuminazione dello svincolo del porto di “Corigliano-Rossano”, ripristino dei led luminosi alla progressiva chilometrica 12+650 S.S.106 nel comune di Corigliano-Rossano, completamento della rotatoria dello svincolo di Mandatoriccio, realizzazione della passerella e messa in sicurezza del ponte Molinella.

Ancora. A Cariati realizzazione muro di protezione alla progressiva chilometrica 316+00 nel comune di Calopezzati, interventi di pavimentazione stradale e d’installazione dei nuovi guardrail previsti sulla Ss 106 nell’intero tratto della provincia di Cosenza. Realizzazione della rotatoria dello svincolo di Calopezzati e della rotatoria dello svincolo della zona industriale.

CROTONE

Le rotatorie di Fasana e Strongoli, i lavori per il sollevamento del ponte Neto, i lavori per la sistemazione delle aree in frana nel tratto di Ss 106 Isola di Capo Rizzuto e Torre Melissa, i lavori per la sistemazione idraulica nel Comune di Isola Capo Rizzuto, interventi di pavimentazione stradale e d’installazione dei nuovi guardrail nell’intero tratto della provincia di Crotone.

CATANZARO

Restano bloccati i seguenti lavori di messa in sicurezza urgente: le rotatorie di Botricello, Cropani, Simeri Crichi, San Sostene, Sant’Andrea Apostolo dello Jonio, Isca sullo Jonio e Santa Caterina sullo Jonio; l’adeguamento dell’incrocio tra via Pertini e via Nenni, il colegamento con l’area turistica Fego, la realizzazione della passerella pedonale sul ponte Vodà, gli interventi di allargamento stradale tra Davoli e Guardavalle, gli interventi di sistemazione idraulica sul torrente Magliacarne a Botricello e interventi di pavimentazione stradale e d’installazione dei nuovi guardrail nell’intero tratto della provincia.

REGGIO CALABRIA

Rotatorie di Monasterace, Locri, Bovalino e Bovalino incrocio per San Luca, Condofuri lato Nord e Sud, S. Elia a Motta San Giovanni, Bocale, l’adeguamento della rotonda di Lazzaro e l’innesto su complanare alal chilomatrica 12+850 nel Comune di Motta San Giovanni, la sistemazione idraulica a Bianco e gli e interventi di pavimentazione stradale e d’installazione dei nuovi guardrail nell’intero tratto della provincia.

LAVORI IN CORSO

Infine l’associazione cita una serie di lavori non partiti o ancora a rilento come la rotatoria prevista allo svincolo di “Santa Lucia” nel comune di Corigliano-Rossano (CS); la rotatoria prevista allo svincolo di Gabella (Crotone); la rotatoria prevista allo svincolo di Uria, nel comune di Sellia Marina (CZ); la realizzazione del Ponte Allaro nel comune di Caulonia che ancora non è terminato nonostante le promesse.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares