Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

CUTRO (CROTONE) – I carabinieri di Mantova hanno arrestato cinque giovani, tra i 18 e i 23 anni, di cui uno minorenne all’epoca dei fatti, accusati di violenza sessuale di gruppo, lesioni, violenza privata e furto.

Sono accusati di essere i membri del branco che il 23 giugno scorso ha violentato una 21enne della bassa veronese che uno di loro si era offerto di accompagnare a casa dopo una serata trascorsa in una discoteca di Mantova.

Quattro degli arrestati sono residenti a Cutro (Crotone) ma di fatto gravitanti nella provincia di Reggio Emilia e uno residente a Gussola (Cremona).

Sono stati arrestati dai carabinieri nelle loro abitazioni e rinchiusi nelle carceri di Cremona, Reggio Emilia e Crotone perché il Gip di Mantova ha ritenuto sussistere un contingente pericolo di reiterazione del reato.

L’episodio si era verificato al termine della serata trascorsa in discoteca, in piena notte. La ragazza aveva conosciuto un giovane da cui, a fine serata, aveva accettato un passaggio in auto per essere riaccompagnata a casa. Il giovane, però, con la ragazza ha raggiunto la fine del parcheggio esterno del locale, nella zona più isolata e buia. Lì è stata percossa da alcuni complici del giovane e caricata su un’auto dopo essere stata derubata del telefonino e abbandonata dopo 20 chilometri in aperta campagna nel Veronese.

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •