X

Controlli dei carabinieri a Crotone

Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – I carabinieri hanno rinvenuto un ordigno esplosivo all’interno del vecchio plesso dell’istituto magistrale “Gravina”, attualmente in stato di abbandono.

L’edificio è ubicato in via Acquabona, nelle immediate adiacenze del quartiere rom. Si tratta di un ordigno di grosse dimensioni che – ipotizzano gli investigatori dell’Arma – ignoti avrebbero nascosto nel vecchio edificio proprio perché abbandonato. Nella stessa zona, oltre al popoloso quartiere rom, sono presenti altri edifici scolastici.

Sul posto, oltre ai Carabinieri, sono intervenuti con i loro mezzi i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Crotone e un’autoambulanza del 118. Sul posto sono intervenuti gli artificieri per le operazioni di messa in sicurezza.

I successivi accertamenti hanno permesso di verificare che all’interno della scuola in disuso c’erano anche armi e droga.

I carabinieri hanno accertato che l’ordigno artigianale costruito con 250 grammi di esplosivo è stato disarticolato e messo in sicurezza dagli artificieri antisabotaggio del comando provinciale dei carabinieri di Cosenza.

Coadiuvati dal cane antidroga della Guardia di finanza di Crotone, i militari hanno poi rinvenuto anche una pistola semiautomatica calibro 7,65 con matricola abrasa completa di caricatore; 15 cartucce calibro 12; 2,7 kg di hashish e 526 grammi di cocaina; 2 bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares