X
<
>

La marijuana sequestrata

Tempo di lettura 2 Minuti

CROTONE – Ben 106 chili di marijuana raccolta in sacchi di plastica neri: sono quelli rinvenuti dagli esperti agenti della Squadra Mobile della Questura durante una perquisizione in un’abitazione in via Canada conclusasi con l’arresto di quattro persone.

L’accusa è quella di detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio per Mauro De Luca, con vari precedenti per droga, per l’ex moglie Monica Murgeri, per la figlia Maria Teresa De Luca (l’unica del gruppo a cui il magistrato di turno della Procura ha concesso gli arresti domiciliari per il momento) e Salvatore Stirparo.

Le manette sono scattate l’altro pomeriggio, nell’ambito di un mirato servizio di controllo volto a contrastare il fenomeno dello spaccio, ma le indagini proseguono al fine di individuare i fornitori della droga. E non sarebbe da escludere che proprio poco distante, nelle campagne circostanti le abitazioni in contrada Farina, siano sorte piantagioni di marijuana, e che l’attività di coltivazione sia intensa in questo periodo in cui le elevate temperature favoriscono la crescita rigogliosa.

I pusher lo sanno bene, e sempre in questo periodo in cui i flussi aumentano, sia per le presenze turistiche che per quelle degli emigrati di ritorno per le ferie estive, aumenta il loro volume d’affari in rapporto all’incremento delle esigenze di questo particolare “mercato”.

Lo sanno bene anche gli investigatori diretti dal vicequestore Ugo Armano, capo della Mobile crotonese, e dal suo vice, il commissario Antonio Concas, che monitoravano da tempo il gruppetto di spacciatori e sono entrati in azione al momento giusto.

L’udienza di convalida degli arresti avrà luogo in carcere. Il difensore degli indagati è l’avvocato Fabrizio Salviati. Si attendono gli sviluppi investigativi. Ma intanto gli uomini della Mobile si godono il bottino messo a segno. Un risultato operativo importante che contribuisce a sottrarre una discreta fetta di mercato agli spacciatori di stupefacenti.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA