X

Tempo di lettura < 1 minuto

GROSSETO – Avevano simulato la vendita di un ciclomotore sulla piattaforma e-commerce “Subito.it” ai danni di un cittadino di origini orbetellane, residente a Porto Ercole, inducendolo, interessato all’acquisto e fidatosi dell’operazione anche a seguito di ripetuti e rasserenanti contatti telefonici con i malviventi, a versare 650 euro a titolo di acconto su una postepay.

Quando l’uomo si è accorto di essere stata vittima di truffa, si è presentato dai carabinieri di Porto Ercole, i quali, a seguito di serrate indagini, hanno ricostruito la vicenda e sono riusciti a dare una identità agli autori. Si tratta di due persone di 39 e 28 anni, entrambi originari di Crotone e vicini agli ambienti della malavita locale, già noti alla giustizia per reati contro il patrimonio. I due malviventi, grazie anche alla collaborazione dell’arma locale, sono stati rintracciati in Calabria e deferiti all’autorità giudiziaria per il reato di truffa in concorso. Le indagini ovviamente proseguiranno al fine di verificare se anche altre persone sono state raggirate con lo stesso modus operandi. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares