X

Tempo di lettura < 1 minuto

Intimidazione al primo cittadino di Scandale, Iginio Pingitore: «Non immagino chi possa avere compiuto tale vile gesto, ma io non mi piego a niente e nessuno»

SCANDALE (CROTONE) – Grave atto intimidatorio ai danni del sindaco di Scandale, Iginio Pingitore. Ieri notte ignoti hanno esploso quattro colpi di arma da fuoco contro il garage dell’abitazione del sindaco.

Due dei bossoli, perforando la saracinesca, hanno danneggiato il radiatore dell’auto del primo cittadino parcheggiata nel garage.

«Le prime a sentire gli spari sono state mia moglie e mia figlia – ha dichiarato il sindaco raggiunto telefonicamente – ma sul momento non hanno pensato che potesse trattarsi di colpi indirizzati alla nostra abitazione, attribuendoli magari a qualche festeggiamento. Poi mia moglie questa mattina è scesa in garage per prendere la macchina e accompagnare mia figlia alla fermata dello scuolabus e si è accorta di tutto. Non immagino chi possa avere compiuto tale vile gesto, ma io non mi piego a niente e nessuno».

Sull’episodio, indagano i carabinieri della Compagnia di Crotone, allertati dallo stesso Pingitore questa mattina. Sul posto è intervenuta anche la sezione scientifica del Nucleo investigativo per i rilievi del caso.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares