X
<
>

Uno sbarco di migranti a Crotone

Condividi:

CROTONE – Il gup Michele Ciociola ha condannato il poliziotto dell’ufficio Immigrazione della Questura Salvatore Panciotto (di 38 anni), di Rossano, a 5 anni e 10 mesi di reclusione e il funzionario della Prefettura Gennaro Mazza (65), di Chiaravalle Centrale, a 4 anni e 2 mesi: sono i due imputati che hanno scelto il rito abbreviato nell’ambito delprocedimento che nei mesi scorsi ha portato all’operazione Ikaros, che vede coinvolti anche avvocati e pubblici ufficiali e avrebbe fatto luce su un intreccio di condotte illecite finalizzate a favorire l’ingresso e la permanenza nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari e l’ottenimento del beneficio della protezione internazionale anche a chi non ne aveva i requisiti ma era interessato soltanto a un titolo che consentisse libertà di movimento in Europa.

I due dovevano rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in violazione della normativa sulla protezione internazionale e, insieme a un’interprete della Questura e a un mediatore culturale, anche di corruzione: in cambio di 2500 euro avrebbero agevolato la pratica di un richiedente la protezione internazionale. Il pm Alessandro Rho aveva chiesto 6 anni e 8 mesi per Panciotto e 5 anni e 4 mesi per Mazza.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA