X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

L’AQUILA – La vasta operazione, denominata Isola Felice, che ha portato a 25 misure cautelari di cui 14 in carcere per associazione di tipo mafioso in riferimento all’attività di una cosca di ‘ndrangheta attiva nel centro Italia (LEGGI LA NOTIZIA) ha consentito di bloccare una ricca organizzazione che si era ampiamente estesa tra Abruzzo e Molise.

I 14 arrestati sono

  1. Felice Ferrazzo
  2. Eugenio Ferrazzo,
  3. Maria Grazia Catizzone
  4. Emilio Rossi
  5. Mirko Marchese
  6. Fabio Marchese
  7. Mirko De Notaris
  8. Rocco Perrello
  9. Alina Elena Anton
  10. Antonio Popolo
  11. Carmine Farese
  12. Francesco Scicchitano
  13. Giuseppe Di Donato
  14. Alessandro Contin.

Gli arresti domiciliari sono stati concessi a sei persone:

  1. Antonio Nicola Morganella
  2. Antonino Granata
  3. Vincenzo Macera
  4. Domingos Junior Catanzaro
  5. Pasquale Gagliano
  6. Olesia Molcanova

Ci sono, infine, cinque misure di obbligo di dimora nel comune di residenza e presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria per

  1. Tiziana Mila
  2. Francesca Zullo
  3. Costantino Petrucci
  4. Espinoza Josè Maria Solarte
  5. Orlando Iannarone.

Gli indagati a piede libero sono in tutto 149. Secondo quanto appreso da fonti investigative, irreperibili nel corso dell’operazione di oggi sono risultati la Anton tra i destinatari di custodia cautelare in carcere, la Zullo e Solarte tra quelli colpiti da obbligo di dimora.

Tra le attività sequestrate, a San Salvo (Chieti) Bike& Car, a Termoli (Campobasso) Joker’s Club, Slot Centro Studi, Accademia Biliardi La Garuffa, Nuovo Caffè-Deja vu e Molise Casa Costruzioni. A Termoli, infine, Pizzeria Napul’è ‘o panzerott e Bar Planet Caffè. Il gip ha nominato amministratore giudiziario Francesco Pietrocola.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares